Manufatti lignei

Tarsie ligneeIl restauro dei manufatti lignei è uno dei fiori all’occhiello de il Cenacolo, che si avvale di una propria falegnameria con artigiani di grande esperienza e restauratori per operare su oggetti di piccole e grandi dimensioni, tra cui ad esempio arredi sacri (altari, pulpiti, cori, cantorie, oltre a statue, sculture ed altri oggetti), elementi architettonici (soffitti a cassettoni, portali ed infissi) o mobili e suppellettili di gran pregio.
Prima di effettuare qualsiasi intervento si eseguono indagini dello stato di fatto mediante l’esame visivo di un restauratore specializzato ed eventualmente l’ausilio di analisi chimico-fisiche di dettaglio per il riconoscimento della specie legnosa e del suo stato di conservazione, la ricerca delle patinature e la caratterizzazione degli strati sovrammessi.
L’intervento di restauro è differente a seconda del manufatto su cui si opera; in generale si esegue un preconsolidamento o fissaggio di scaglie nei casi di policromia o doratura superficiale; seguono la disinfestazione da tarli e funghi, la pulitura tramite rimozione di sostanze di varia natura come vernici ossidate, ridipinture, sostanze protettive alterate, le reintegrazioni volumetriche (con tecnica riconoscibile o mimetica) e quelle superficiali dello strato di finitura o pittura. Nei casi di sculture lignee le lacune della colorazione originaria vengono reintegrate con le stesse modalità dei dipinti (a lacuna, ad effetto, a selezione cromatica, ad astrazione cromatica). In ultimo si effettua la protezione finale, che, nel caso di suppellettili senza decorazioni pittoriche, segue le tradizionali tecniche di lucidatura (a cera, a gommalacca) cercando così di mantenere in vita un’arte ormai in via d’estinzione.

Pulitura a tamponeStuccatura

Esempi di lavori svolti

schedaScrivania di Cavour (2004)

 

schedaMobili della ReggiaCaserta (2003-2006)