Consolidamento murature

IncatenamentoParte integrante di un bene architettonico è la sua struttura: anch’essa ha una valenza di testimonianza storica, e per questo deve essere tutelata.

E’ quindi importante, in un intervento di consolidamento, operare cercando di non stravolgere la concezione strutturale originaria, affiancandosi ad essa e riproponendo ove possibile le stesse tecniche e materiali, oppure applicando nuove tecnologie compatibili e reversibili, sempre nell’ottica del miglioramento statico.
L’intervento di consolidamento riguarda sia le fondazioni che le strutture in elevazione, verticali (murature e pilastrature) ed orizzontali (solai e coperture): le operazioni vengono sempre effettuate nel rispetto dell’antico e con una sensibilità scientifica aggiornata alle nuove tecniche ed ai nuovi materiali.


Un particolare campo di lavoro, sempre inerente al consolidamento strutturale, è il miglioramento sismico degli edifici storici che hanno riportato danni in seguito a terremoti ed eventi calamitosi, o che si trovano in zone a rischio. Consiste nel puntellamento di strutture in pericolo di crollo e nel consolidamento con tecniche di intervento sia tradizionali (quali incatenamento, iniezioni di murature con miscele compatibili, sostituzione di elementi fatiscenti con materiali aventi le stesse caratteristiche di rigidezza e di durabilità) che innovative (come isolamento sismico, dissipazione dell’energia, controllo passivo ed attivo, utilizzo delle fibre di materiale composito).

 

Fibre di carbonioCuci scuci