Rilievo geometrico

Soffitto Palazzo PiccolominiIl rilievo geometrico è una delle discipline più importanti nell’architettura: nel campo del restauro è essenziale per la conoscenza dell’opera d’arte. Attualmente sono disponibili tecniche molto avanzate per l’acquisizione dei dati, la loro restituzione e rappresentazione. L’obiettivo finale è quello di una fedele riproduzione del manufatto, in formato cartaceo o digitale, base sulla quale è possibile formulare ipotesi progettuali precise e quantificabili.
Le campagne di rilievo possono essere dirette o strumentali, a seconda che si usi strumentazione manuale o una stazione topografica di acquisizione. Nel primo caso, una volta realizzati schemi preliminari sulla base di disegni già presenti o sulla base dell’osservazione diretta, si esegue la misurazione degli elementi generali e di dettaglio, mediante strumenti tradizionali (rondella metrica, filo a piombo, livella ad acqua) o moderni (distanziometro laser).

 

Palazzo MatteiNel secondo caso lo strumento teodolitico viene posizionato in corrispondenza delle stazioni previste ed esegue le misurazioni, che vengono registrate da un apposito software; le misure sono riportate su un programma di disegno ed elaborate per formare i grafici desiderati.
In entrambi i casi la restituzione (a mano o al computer) viene effettuata in scala, cercando di rappresentare l’oggetto in tutte le sue forme mediante i classici sistemi: proiezioni ortogonali (piante, sezioni, prospetti), assonometrie, prospettive.

Nel restauro gli elaborati più importanti sono i prospetti in quanto molto spesso si tratta di interventi sulle superfici.

 

Un particolare grafico di notevole effetto ed utilità è il fotomosaico di un prospetto, di un soffitto o di un pavimento, ottenuto dall’accostamento di fotografie effettuate in modo rigorosamente ortogonale, se necessario raddrizzate con appositi software, dimensionate in una scala appropriata e quindi scientificamente misurabili ed analizzabili. Sulla base dei fotomosaici è possibile realizzare le mappature dei materiali e del degrado, necessarie per la progettazione degli interventi.

Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato