Quantificazione economica

PrezziarioDefiniti gli interventi secondo metodologie, strumentazioni e maestranze impiegate, si può procedere con la quantificazione economica delle operazioni: gli elaborati prodotti a tal fine sono il computo metrico, l’analisi dei prezzi ed il computo metrico estimativo.
Sulla base dei disegni di progetto si calcolano le quantità delle superfici o degli elementi su cui intervenire; il computo metrico riporta in tabella le singole dimensioni (lunghezza, larghezza, profondità), le parti uguali o numero di elementi, le unità di misura (a corpo, cadauno, ml, mq, mc, ora, ecc) ed il totale.


Si effettua poi un’analisi del prezzo unitario della singola lavorazione, sulla base di prezziari ufficiali in uso a seconda dell’area geografica, del committente e della tipologia di lavori. In assenza di prezzi standard si può fare un nuovo prezzo, utilizzando i costi base dei prezziari e calcolando il tempo impiegato dalla manodopera, la quantità di materiali ed i noleggi, aggiungendo spese generali ed utile d’impresa.

 

Computo metrico estimativoPer particolari tipologie di lavorazioni si effettua un’indagine di mercato, si confrontano i risultati e si definisce un prezzo unitario medio.
Infine nel computo metrico estimativo si associano le quantità ai prezzi unitari e si definisce il costo di ogni lavorazione e quello complessivo dell’intervento.
A completamento dell’intero progetto si redige un quadro economico, in cui vengono riassunti i costi dell’intervento, suddivisi per categorie omogenee, e si aggiungono altre spese necessarie per la realizzazione di quanto definito: i costi della sicurezza, della progettazione, della direzione lavori, del coordinamento della sicurezza, di eventuali imprevisti, le spese di gara e tutte le spese amministrative se trattasi di appalto pubblico, le consulenze specialistiche e le imposte come da normativa vigente.