Progetto intervento

Duomo di SienaRaccolti tutti gli elementi necessari alla stesura del progetto (dati storici, rilievi, analisi visiva, indagini diagnostiche), essi vengono analizzati e confrontati tra di loro; sulla base delle problematiche emerse da questi confronti e della loro comprensione, può essere redatto il progetto di intervento vero e proprio.
Nel restauro delle superfici la veste grafica di un progetto si presenta sotto forma di mappature dei prospetti, con legenda e schede di riferimento. Tali elaborati nascono dalla sovrapposizione del rilievo dei materiali e quello delle alterazioni: ad ogni campitura sarà associata un’operazione o un gruppo di operazioni di restauro, descritte in modo esaustivo nelle schede di riferimento allegate, relative al materiale ed alla forme di degrado presenti nelle diverse zone della superficie interessata. I grafici possono essere impostati in modi differenti, a seconda delle esigenze specifiche del manufatto interessato e della scuola di pensiero a cui si fa riferimento.
Per gli interventi di tipo strutturale saranno approntati altri elaborati grafici, che descriveranno mediante le classiche rappresentazioni (proiezioni ortogonali, assonometrie, generali e di dettaglio) le operazioni progettate.
Se infine il progetto prevede delle modifiche anche a livello planimetrico, di variazione architettonica o miglioramento funzionale, di norma si preparano grafici della situazione ante e post operam, con sovrapposizione delle stesse ed indicazione di demolizioni e ricostruzioni.
Il progetto di intervento sarà corredato da una relazione specialistica, che descriverà l’approccio metodologico, gli obiettivi e le modalità, con particolare attenzione a strumenti, manodopera e materiali da restauro impiegati.

VittorianoDuomo di Siena (particolare)